Informazioni su prestiti personali, mutui casa ed altre forme di finanziamento

TAN e TAEG, qual è la differenza?

TAN e TAEG, qual è la differenza?
Clicca per ingrandire

Spesso molti utenti hanno dei dubbi quando si tratta di valutare il costo di un prestito o di un finanziamento, ma da qualche anno è obbligatorio per legge indicare sempre le condizioni contrattuali, che sono appunto definite nelle due sigla TAN e TAEG.

TAN, o tasso annuo nominale, è il tasso di interesse annuo del finanziamento, che si applica all'importo lordo del capitale erogato (ovvero l'importo del prestito più le eventuali spese accessorie). Il TAN determina la quota interessi su ogni rata, calcolata tenendo conto dell'ammontare finanziato e della durata del prestito, e dunque determina la rata da rimborsare.

Per avere però un'indicazione chiara sul tasso effettivo del finanziamento che si sta per sottoscrivere, è assai più indicativo il TAEG, ovvero il tasso annuo effettivo globale. Il TAN infatti non indica l'interesse calcolato tenendo conto anche degli eventuali oneri accessori, come spese, provvigioni o imposte.

Dunque, per sapere quanto vi costerà effettivamente un prestito, comprensivo di spese di istruttoria e spese di apertura pratica, fate sempre attenzione al TAEG, perchè soprattutto su piccoli finanziamenti dalla durata limitata il costo delle spese accessorie spesso aumenta notevolmente il tasso di interesse effettivo.


Data pubblicazione: 10 marzo 2008