Informazioni su prestiti personali, mutui casa ed altre forme di finanziamento

Tasso ufficiale di riferimento

Quando si chiede un prestito, un mutuo o un finanziamento sentiamo parlare spesso di tasso di riferimento, un valore preso a riferimento ed al variare del quale variano slitamente anche i tassi d'interesse che ci vengono applicati (solitamente aumentano quando il tasso di sconto aumenta, non diminuiscono o diminuiscono poco quando il tasso di sconto diminuisce, ma questa è un'altra storia...).

Dunque, il tasso di riferimento rappresenta il costo del denaro per le banche, ovvero il tasso a cui la banca centrale presta il denaro alle varie banche. Ovviamente questo determina il costo del prestito o del mutuo che sottoscriverete, perchè se la banca a cui vi rivolgete pagherà un interesse maggiore sul denaro parallelamente aumenterà l'interesse anche sul vostro finanziamento.

Il tasso di riferimento viene utilizzato dalle banche centrali anche per cercare di dirigere l'andamento economico, ad esempio aumentando il tasso di riferimento si cerca di ridurre l'inflazione (il costo del denaro aumenta quindi i consumi solitamente si riducono), mentre riducendolo di cerca di aumentare i consumi per sostenere l'economia.

Il tasso ufficiale di riferimento (TUR) dallo scorso 1999 sostituisce il tasso ufficiale di sconto (TUS). Mentre il tasso di sconto veniva gestito dalla Banca d'Italia, il tasso di riferimento è gestito dalla Banca Centrale Europea, che quindi dirige la politica economica ed il costo del denaro per tutti i paesi della CEE, con lo stesso tasso valido per tutti.

Data pubblicazione: 04 aprile 2008
ULTIMI ARTICOLI